Menu principale

Login

Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!

Counter

« 1 ... 3 4 5 (6) 7 8 »
NEWS : NUTRIZIONE
Inviato da Studio Essere il 18/2/2014 10:51:31 (664 letture)

SPEZIE BENEFICHE

NEWS : cibo che cura
Inviato da Studio Essere il 15/1/2014 14:23:11 (666 letture)

Le virtù della frutta secca


Come spiegano i dietisti, la frutta secca oleosa o a guscio (noci, nocciole, mandorle, pinoli, ecc.) è un concentrato di energia, costituita prevalentemente da grassi buoni e apporta circa 600 kcal per 100 g.  

fruttasecca  I suoi grandi benefici sono:

Protezione cardiovascolare - i grassi sono soprattutto mono e polinsaturi, i "grassi buoni" che proteggono le nostre arterie "spazzando via" gli accumuli di colesterolo e "grassi cattivi": Molti studi confermano l'effetto protettivo nei confronti delle patologie cardiovascolari grazie al contenuto di omega 3 e omega 6 di cui la frutta secca è ricchissima: un consumo quotidiano bilanciato permette di ridurre i livelli di colesterolo cattivo.

Effetto antiossidante - nella frutta secca troviamo anche i Fitosteroli e vitamina E, con potente azione antiossidante contro i radicali liberi (sostanze che accelerano l'invecchiamento cellulare), utili anche nel ridurre i livelli di trigliceridi e Colesterolo LDL.

Leggi tutto...
NEWS : Curarsi con il cibo
Inviato da Studio Essere il 9/9/2013 16:20:00 (898 letture)

I DISTURBI ALLA TIROIDE: ALCUNI CONSIGLI PER IL RIEQUILIBRIO

La tiroide è una ghiandola endocrina posizionata a livello del collo. Ha il compito di regolare il metabolismo. Inoltre, determina il flusso sanguigno diretto verso i vari organi del nostro corpo. Le cellule, grazie al sangue, ricevono ossigeno e nutrienti.A seconda dello stato di funzionamento della tiroide, ciò può avvenire in maniera più o meno rapida. Quando la tiroide non funziona al meglio, si parla di ipertiroidismo o di ipotiroidismo.

Leggi tutto...
NEWS : Psicosomatica: insonnia
Inviato da Studio Essere il 10/5/2013 11:40:00 (684 letture)

 

Insonnia

insonnia

Chi soffre di questo disturbo è solitamente un soggetto sempre in movimento durante il giorno sempre impegnato, con notevoli difficoltà a delegare e a staccarsi da pensieri che circolano continuamente nella sua testa. L'insonne non riesce assolutamente a lasciarsi andare neppure di notte e tenta di portare con sé nel mondo del sonno, tutto quello che appartiene alla sua esistenza diurna. Ha comunque molti volti, ma esistono elementi comuni: insoddisfazione ed attese. L'insoddisfazione riguarda i problemi quotidiani, angoscia di non essere all'altezza, affetti che non "guardiamo". C'è sempre un timore a lasciarsi andare; indica debolezza e vulnerabilità (uomo); diventa sinonimo di sudditanza e prevaricazioni (donna). Nelle ore diurne sempre c'è movimento, non riesce a staccarsi dalle cose anche se sono deteriorate (rapporti sentimentali, amicizie, ecc.) non perde mai il controllo (aggressività e sentimenti), rimane continuamente legato al passato. Nella difficoltà a prendere sonno una "parte di noi" (l'Io) non vuole perdere il controllo perché teme di incontrare le emozioni profonde (che durante il giorno riesce a tenere sotto controllo). Il risveglio notturno, invece, indica semplicemente che si sta realizzando quello che non si è riuscito a fare durante il giorno; rimuginare su ciò che è accaduto durante il giorno o invaso dalla tristezza, dalla rabbia e dalla paura.

(ALTRI ARTICOLI PRESENTI IN ARCHIVIO MARZO 2011)

NEWS : le pietre per la nostra armonia interiore
Inviato da Studio Essere il 10/5/2013 9:00:00 (1015 letture)

AMETISTA

ametista

Il nome di questa pietra deriva dal greco 'amethystos' che significa 'non ebro', essa si utilizzava nelle feste dedicate a Bacco per il suo potere di mantenere sobrio chi la teneva con sé. Il suo raggio violetto emette una vibrazione speciale capace di potenziare la nostra coscienza superiore, producendo la spiritualizzazione della mente e stati alterati di coscienza. L'Ametista apre le porte verso la comprensione profonda dell'Universo ed è utile nella pratica della meditazione.

Nella tradizione orientale l'Ametista è la pietra del 6° chakra o Ajna, frontale, meglio conosciuto come 'Terzo Occhio'. Questo chakra è l'abitazione dell'anima che una volta 'aperto' amplia la visione delle realtà superiori dell'Universo.

L'Ametista è una pietra lunare (yin) sotto l'influsso della luna questa pietra sacra risveglia in noi l'aspetto femminile dell'Universo, ciò significa risvegliare le facoltà extrapercettive latenti: intuizione superiore, sogni ispirati, premonizione, sesto senso, comprensione, visione astrale. Essa ci conduce verso le emozioni più elevate, la sensibilità spirituale e il piacere.

L'Ametista insegna l'umiltà, mostrandoci l'infinito che ci circonda ci mostra anche quanto è ridicolo l'ego. Inoltre ci consola nelle sofferenze, mostrandoci come superare le difficoltà che ci affliggono.

L'Ametista è la porta per la nostra suprema realizzazione interiore, è la pietra per ritrovare il nostro vero Sé. Ci offre pace interiore, allontana l'egocentrismo, facilitando la nostra crescita spirituale e ci insegna che tutto è sacro nell'Universo. Crea armonia, entrando in contatto con noi, armonizza i sette chakra. Elimina le inquietudini, stimola la fiducia nelle nostre capacità spirituali e nella nostra autostima. Disperde lo scetticismo, la freddezza, l'indifferenza. Risveglia la pazienza, crea una fede profonda e ci fa acquisire un carattere molto più sereno e fiducioso.

 

Leggi tutto...
« 1 ... 3 4 5 (6) 7 8 »

Benvenuto nella Natura

 "L'Omeopatia è il metodo terapeutico più avanzato e raffinato che consente di trattare il paziente in modo economico e non violento".
 (Mahatma Gandhi)

La Medicina Omeopatica si avvale di strumenti terapeutici naturali e non invasivi (il medicinale omeopatico diluito e dinamizzato) per guarire il malato non solo dalla patologia acuta e/o cronica, ma per restituire, allo stesso, quello stato di benessere ed equilibrio psicofisico necessario per una crescita sana e costruttiva del proprio essere.
L’Omeopatia è la “Medicina dei simili”, basata sul principio ippocratico “Similia similibus curentur”.  Cura i sintomi di un paziente con sostanze (rimedi) che, se somministrate in dosi  infinitesimali ad un uomo sano, sviluppano  sintomi simili a quelli che si andranno a curare nella persona malata.
La capacità di provocare sintomi  patologici artificiali e reversibili nell’uomo sano e  di curare gli stessi sintomi nel malato utilizzando  sostanze opportunamente diluite e dinamizzate è stata intuita dal Dr. Cristiano Federico Samuele Hahnemann (nato a  Meissen l’11/04/1755 e morto a Parigi il 02/07/1843), che ha codificato i principi del metodo e curato le stesure delle prime sperimentazioni.

Foto random

psicosomatica
Calcite gialla
BAMBINOINTERIORE

Cerca nel Sito