Menu principale

Login

Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!

Counter

« 1 ... 7 8 9 (10)
NEWS : Il the verde
Inviato da Studio Essere il 8/6/2010 18:50:00 (1440 letture)

Camellia sinensisIl Tè verde (Camellia sinensis) è una pianta di origine antichissime, come si evince dalla struttura semplice del fiore ed è utilizzata in Oriente da più di 2000 anni, sia come bevanda rinfrescante che come rimedio dalle molteplici caratteristiche terapeutiche. Secondo ricerche recenti le specie sarebbero circa duecento. Il primo a descrivere la pianta del Tè fu il botanico svedese Linneo nel 1753, che la nominò Thea Sinensis, Tè Cinese.

Ciò che differenzia il Tè verde da altri due tipi di tè, il nero e l'oolong, è la lavorazione del vegetale: infatti esso subisce prima un lavaggio semplice delle foglie, poi un riscaldamento atto a prevenirne la fermentazione. Per il tè nero invece le foglie vengono prima essiccate poi fermentate e per il tè oolong si procede ad una parziale fermentazione.

Il tè verde da infusione si ottiene dunque dalle foglie fresche trattate a vapore o essiccate ad alta temperatura, in modo tale che gli enzimi vengono disattivati e viene stabilizzata e preservata la frazione polifenolica importante per le azioni specifiche di questa pianta.

La foglia del Tè Verde contiene numerose sostanze: teina, catechine, derivati polifenolici (flavonoidi, acido clorogenico, caffeico, tannini, dimeri, fiavanici, catechine) e sostanze aromatiche.

La potente azione antiossidante e chemioprotettiva vengono associate all'efficacia chemiopreventiva nelle malattie oncologiche. Esiste un'enorme letteratura a riguardo e per la maggior parte degli studi si ritiene che di tali effetti benefici siano responsabili i polifenoli, in particolare, le EGCG. 

Tra gli effetti delle EGCG, dimostrati a livello scientifico, vi sono:

·         azione antiossidante

·         azione chemioprotettiva

·         azione preventiva della trasformazione neoplastica,

·         rallentamento della proliferazione

·         inibizione della neoangiogenesi e della metastatizzazione

·         azione antivirale

Alcuni dati scientifici: molti studi dimostrano che gli effetti inibitori delle EGCG nella carcinogenesi sono mediati dalla regolazione delle molecole di trasferimento dei segnali intracellulari. Attraverso tale modulazione esse sono in grado di indurre apoptosi (una forma di scissione) in modo selettivo nelle cellule pre-tumorali e tumorali e di inibire il legame del VEGF (vascular endothelial growth factor) al recettore cellulare bloccando così la neoangiogenesi tumorale.
Un altro effetto degli estratti di tè verde è quello di inibire le metalloproteinasi di matrice (MMP2 e MMP9) coinvolte nel rimodellamento della matrice che favorisce la metastatizzazione delle cellule tumorali, ma anche la neoangiogenesi, rallentando così la progressione tumorale.

Le catechine del tè verde hanno un’efficacia antiossidante superiore a quella della vitamina E e della vitamina C.

 

 

 

 

 

NEWS : PERCORSI DI ARTETERAPIA
Inviato da Studio Essere il 25/3/2010 18:30:00 (1259 letture)

ARTETERAPIA: una tecnica emozionale per conoscersi

L'arte terapia sfrutta la creatività innata di ogni individuo per fare emergere e rappresentare emozioni, sensazioni e bisogni inconsci utilizzando un linguaggio non verbale: il linguaggio delle immagini, le nostre compagne silenziose, è sincero e immediato

Avvicinarsi all'arteterapia può diventare un pecorso di crescita personale e conoscenza di sè, che permette di elaborare i propri vissuti attraverso l'utilizzo dei materiali artistici, seguendo ciò che si sente interiormente con spontaneità.

Il ruolo dell'arteterapeuta è quello di facilitare la relazione, garantire un ambiente protetto in cui la persona può esprimersi liberamente, fornire stimoli e suggestioni e facilitare l'uso dei materiali e delle tecniche.

composizioneW.Kandinskij 

E' indicata per tutti coloro i quali desiderano affrontare situazioni di malessere fisico o mentale, problematiche relazionali, momenti di cambiamento o di perdita e per i bambini che così possono superare situazioni di disagio attraverso il gioco, con le immagini e i colori. 

Leggi tutto...
« 1 ... 7 8 9 (10)

Benvenuto nella Natura

 "L'Omeopatia è il metodo terapeutico più avanzato e raffinato che consente di trattare il paziente in modo economico e non violento".
 (Mahatma Gandhi)

La Medicina Omeopatica si avvale di strumenti terapeutici naturali e non invasivi (il medicinale omeopatico diluito e dinamizzato) per guarire il malato non solo dalla patologia acuta e/o cronica, ma per restituire, allo stesso, quello stato di benessere ed equilibrio psicofisico necessario per una crescita sana e costruttiva del proprio essere.
L’Omeopatia è la “Medicina dei simili”, basata sul principio ippocratico “Similia similibus curentur”.  Cura i sintomi di un paziente con sostanze (rimedi) che, se somministrate in dosi  infinitesimali ad un uomo sano, sviluppano  sintomi simili a quelli che si andranno a curare nella persona malata.
La capacità di provocare sintomi  patologici artificiali e reversibili nell’uomo sano e  di curare gli stessi sintomi nel malato utilizzando  sostanze opportunamente diluite e dinamizzate è stata intuita dal Dr. Cristiano Federico Samuele Hahnemann (nato a  Meissen l’11/04/1755 e morto a Parigi il 02/07/1843), che ha codificato i principi del metodo e curato le stesure delle prime sperimentazioni.

Foto random

ayurvedabosy.jpg
angelodonna
cuoreanima

Cerca nel Sito